Rigidità Dielettrica

Gli oli minerali puri non sono conduttori di elettricità.
Questa proprietà unitamente a quella della resistenza alla corrosione che gli oli minerali presentano quando sono appropriatamente raffinati, li rende adatti per essere utilizzati come isolanti in diversi tipi di apparecchiature elettriche, quali i trasformatori e interruttori per alte tensioni.
La rigidità dielettrica, che è praticamente la capacità di fornire isolamento, compromessa da piccolissime quantità di contaminanti quali polvere, acqua, saponi metallici ecc.
I metodi ASTM D 877 e D 1816 sono normalmente adoperati per la determinazione della rigidità dielettrica; essi si basano sullo stesso principio e usano apparecchiature simili. Il metodo D 1816 fornisce valori più alti per oli non contaminati ed è più sensibile a piccole contaminazioni di acqua e di altre sostanze.
Essenzialmente la determinazione si esegue con un’apposita apparecchiatura fornita di due speciali elettrodi che vengono immersi nell’olio in esame ed ai quali si applica una tensione che viene gradualmente aumentata fino ad ottenere una scarica elettrica che vince l’isolamento dato dall’olio. I risultati si esprimono in Kv necessari per avere l’arco tra i due elettrodi, e rappresentano la media di cinque prove successive. Usando il metodo D 1816 è necessario indicare anche la distanza fra gli elettrodi.